CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

1. Definizioni

Nell’interpretazione delle presenti Condizioni Generali di Vendita i seguenti termini dovranno intendersi nel senso qui di seguito riportato:
a) per Venditore: Picone Pneumatici di Sebastiano Picone.;
b) per Compratore: l’acquirente del Prodotto;
c) per Parti: il Venditore e il Compratore considerati congiuntamente;
d) per Prodotto: la merce specificata nel catalogo/listino prezzi, oggetto dei Contratti di Vendita tra Compratore e Venditore;
e) per Ordine/i: il modello con cui il Compratore dichiara al Venditore di voler acquistare i Prodotti;
f) per Contratto di vendita: qualsiasi accordo o successivo documento o modifica tra il Venditore ed il Compratore concernente la compravendita dei Prodotti;
g) per Condizioni Generali: le presenti Condizioni Generali;
h) per Condizioni Speciali: ogni condizione aggiuntiva riportata nel contratto di vendita.

2. Applicazione delle condizioni generali

2.1 Le presenti Condizioni Generali si applicano a qualsiasi Contratto di Vendita concernente i Prodotti in cui figuri quale fornitore il Venditore. Le presenti Condizioni Generali prevarranno su eventuali Condizioni Generali di Acquisto del Compratore, anche in mancanza di specifica obiezione all’applicazione delle medesime.
2.2 Nessuna modifica o emendamento alle presenti Condizioni Generali sarà valida ed efficace tra le Parti, salvo accordo scritto e firmato da un rappresentante debitamente autorizzato del Venditore.

3. Descrizione

La descrizione dei Prodotti e di ogni loro specifica sarà come indicata nel catalogo/listino prezzi.

4. Contratti/Ordini

4.1 Qualsiasi Ordine costituisce proposta irrevocabile da parte del Compratore ed è subordinato all’accettazione del Venditore, che si intende negata se il Venditore non ha dato esecuzione, anche parziale, all’ordine.
4.2 I Contratti, gli Ordini e qualsiasi aggiunta o modifica ad essi relativa dovranno avere forma scritta, essere predisposti secondo i moduli del Venditore, ed essere inviati con mezzo telematico o con qualsiasi altro mezzo o strumento (es. corriere, posta, telex, telefax, etc.).

5. Consegna

5.1 La consegna avverrà EXW – Incoterms ICC Parigi 2010. I rischi relativi ai Prodotti passeranno al Compratore all’atto della avvenuta presa in consegna degli stessi.
5.2 Qualsiasi data o termine indicato dal Venditore per la spedizione o consegna dei Prodotti dovrà essere considerata come indicativa e non essenziale e vincolante per il Venditore. In ogni caso, il Venditore non sarà responsabile per ritardi nella consegna o per la mancata consegna dovuta a eventi di forza maggiore o, comunque ad eventi imprevedibili. Qualora nessuna data o termine sia stata indicata, la consegna dovrà essere eseguita entro un termine ragionevole.
5.3 Nel caso in cui il Compratore sia anticipatamente a conoscenza dell’impossibilità a ricevere la merce, questi dovrà comunicare al Venditore il motivo ed un congruo termine entro il quale prevede di poter ricevere la merce.
5.4 Nel caso in cui il mancato ricevimento della merce sia imputabile al Compratore, il rischio relativo ai Prodotti verrà trasferito al Compratore dal momento in cui il Venditore abbia notificato per scritto al Compratore che i Prodotti sono pronti per la consegna. Il Compratore dovrà pagare i costi relativi al ritardo nella consegna nonché gli eventuali ulteriori danni conseguenti.
5.5 Se non accordato diversamente sono permesse consegne parziali.

6. Imballaggio

6.1 I Prodotti dovranno essere imballati dal Venditore in modo idoneo e adeguato al tipo di prodotto consegnato.
6.2 Salvo diverso accordo scritto tra le Parti, i Prodotti verranno consegnati con gli imballi, etichette e marchi del Venditore.
6.3 Qualora il Compratore richieda imballi e/o confezioni speciali e/o diverse da quelle utilizzate dal Venditore, i costi aggiuntivi per il perfezionamento di tale richiesta saranno esclusivamente a carico del Compratore.

7. Fatture e Pagamenti

7.1 Le fatture dovranno essere emesse dal Venditore in ottemperanza a quanto stabilito nell’Ordine confermato. 7.2 I pagamenti in esecuzione dei Contratti d’Acquisto stipulati attraverso il Sito potranno essere effettuati, in anticipo, esclusivamente attraverso carta di credito, PAY PAL, oppure in denaro contante al ritiro dei prodotti (presso la sede di Picone Pneumatici). Il Cliente è tenuto a scegliere, al momento della conclusione del Contratto d’Acquisto, la modalità di pagamento prescelta. Quest’ultima, una volta perfezionato il Contratto d’Acquisto attraverso l’accettazione di Picone Pneumatici, non potrà più essere modificata. Fermo restando quanto sopra, qualora Picone Pneumatici riscontrasse problemi in merito al pagamento avviserà senza ritardo il Cliente sulla criticità riscontrata in merito all’esecuzione del pagamento, proponendo di utilizzare un altro mezzo di pagamento tra quelli accettati da Picone Pneumatici.
7.3 Pagamenti a mezzo di carta di credito. Qualora il Cliente proceda all’acquisto dei prodotti con pagamento del prezzo a mezzo di carta di credito, l'istituto bancario di riferimento provvederà all’immediata verifica della validità della carta di credito e addebiterà l'importo complessivo corrispondente a ciascun Contratto d’Acquisto, con riferimento all’ordine del Cliente. Le informazioni relative alla carta di credito dell'acquirente sono trasmesse tramite connessione protetta direttamente al sito web dell'istituto bancario che gestisce la transazione. Picone Pneumatici si riserva la facoltà di richiedere in qualsiasi momento al Cliente informazioni integrative (ad es. il numero di telefono fisso) necessarie per l’esecuzione del Contratto di Acquisto o l'invio di copia di documenti comprovanti la titolarità della carta di credito utilizzata per il perfezionamento del Contratto d’Acquisto. In mancanza dell’invio da parte del Cliente delle informazioni o dell’ulteriore documentazione richiesta, Picone Pneumatici si riserva la facoltà di non accettare l’ordine ovvero di recedere dal Contratto d’Acquisto perfezionato nel caso in cui il mancato invio delle informazioni richieste non consenta l’esecuzione dell’ordine o del Contratto, dandone contestuale motivata comunicazione al Cliente all’indirizzo di posta elettronica da questi indicato.
7.4 Quanto previsto negli articoli 7.2, 7.3 della presente sezione si applica, ove compatibile, anche alle modalità di pagamento tramite PAYPAL.
7.5 Pagamento alla consegna dei prodotti. Il pagamento dei prodotti acquistati contestualmente al ritiro dei medesimi è una modalità di pagamento prevista sia per i ritiri effettuati dal Cliente presso la sede di Picone Pneumatici che per le consegne dal corriere. Non saranno accettati in nessun caso assegni bancari, assegni circolari o altri mezzi di pagamento.
7.6 Nulla di più di quanto pattuito nel Contratto d’Acquisto sarà dovuto dal Cliente al corriere all’atto della consegna dei prodotti.
7.7 In caso di mancato pagamento da parte del Cliente del prezzo pattuito per qualsiasi ragione o causa, Picone Pneumatici inviterà per iscritto il Cliente a provvedere al saldo e avrà il diritto di addebitare al Cliente un interesse di mora in misura pari a quanto previsto dalla legge; in tal caso, fino al momento in cui il Cliente non avrà regolarizzato la propria posizione debitoria con Picone Pneumatici, quest’ultima si riserva altresì il diritto di annullare le eventuali successive consegne di prodotti, di risolvere eventuali Contratti d’Acquisto in essere nonché di bloccare le funzioni d’acquisto attraverso il Sito, restando impregiudicato il risarcimento di ogni eventuale ulteriore danno.

8. Prezzo

8.1 Il prezzo dei Prodotti sarà quello indicato dal listino prezzo del Venditore, vigente al momento della conclusione del Contratto di Vendita, salvo diverso accordo scritto, riportato nella conferma d’ordine, tra le Parti.
8.2 Eventuali aumenti di prezzo relativi a variazioni nei costi dei dazi, tasse o diritti intervenuti successivamente all’emissione dell’ordine e della relativa conferma d’ordine, dovranno venire concordati per iscritto ed approvati specificatamente da entrambe le parti.

9. Garanzia

9.1 Generalità. Tenuto conto della specificità e dell'alto contenuto tecnico dei Prodotti venduti dalla Società, il Cliente è tenuto a rispettare rigorosamente le prescrizioni e le raccomandazioni in materia di sicurezza ed affidabilità relative all'utilizzo (veicolo, gonfiaggio, pressione e così via), al montaggio e allo stoccaggio degli pneumatici. La Picone Pneumatici non è in alcun caso responsabile dell'errato stoccaggio o montaggio del/i Prodotto/i né del relativo utilizzo in condizioni anomale.
9.2 Garanzia. I Prodotti sono coperti dalla garanzia del fabbricante di 5 anni dalla data di produzione. La Picone Pnuematici garantisce una garanzia legale di 24 mesi dalla data della fattura. In caso di difetto di un Prodotto durante il periodo di garanzia, le riparazioni e/o sostituzioni dei Prodotti sono assicurate gratuitamente dal fabbricante interessato. Le Spese di invio del Prodotto al fabbricante sono a carico del Cliente. Qualora il trasporto sia organizzato dalla Picone Pneumatici, il Cliente inoltrerà un bonifico bancario per l'importo delle spese di restituzione precedentemente al prelievo dei Prodotti. Il bonifico bancario non verrà restituito in caso di rigetto di garanzia del fabbricante in seguito all'esecuzione di una perizia.
9.3 Garanzia per vizi occulti. Esclusivamente i Prodotti in cui viene effettivamente riscontrato un vizio occulto possono essere oggetto di restituzione alla Picone Pneumatici con tale motivazione. Qualora il Cliente affermi che il Prodotto consegnato dalla Società presenta un vizio occulto dovrà fornirne la prova.
Qualsiasi restituzione di pneumatici sarà oggetto di una perizia da parte del fabbricante volta a determinare se il Prodotto sia effettivamente difettoso.
La Picone Pneumatici si impegna a cambiare qualsiasi prodotto riscontrato come difettoso se:
- il difetto viene constatato alla consegna, il Cliente deve informare la Società entro un termine di 7 giorni lavorativi a partire dalla data di consegna;
- il difetto viene constatato al montaggio, a condizione che questo avvenga al massimo entro 7 giorni dalla data di consegna;
- il difetto di fabbricazione constatato dopo il montaggio deve essere indicato per iscritto, datato e firmato da un professionista nel ramo automobilistico.
Non verrà preso in considerazione alcun reclamo relativo alla deformazione causata da un errato stoccaggio degli pneumatici consegnati da oltre 7 giorni lavorativi.
Le ernie (piccoli rigonfiamenti sul fianco) constatate su pneumatici montati e utilizzati non sono coperte da garanzia del costruttore né della Società.

10. Reclamo

10.1 Il Compratore deve ispezionare i Prodotti immediatamente al momento della consegna e verificarne la corrispondenza e la qualità degli stessi.
10.2 Eventuali vizi debbono essere denunciati per iscritto dal Compratore al Venditore entro 8 (otto) giorni dalla consegna, dopodiché non si accetteranno reclami se non per vizi che il Compratore dimostri essere occulti. In ogni caso, il reclamo dovrà essere formulato per iscritto entro e non oltre 8 (otto) giorni dalla scoperta dei vizi, ai sensi dell’art. 1495 c.c..
10.3 La comunicazione di cui al punto che precede dovrà contenere una descrizione dettagliata del vizio.
10.4 Il Venditore si impegna ad effettuare le opportune verifiche al fine di valutare la fondatezza del reclamo. Nel caso in cui il reclamo venga ritenuto fondato, il Venditore si impegna ad eseguire, l’intervento ritenuto necessario al fine di provvedere alla risoluzione della questione oggetto di segnalazione. Gli obblighi del Venditore si limitano alla riparazione o sostituzione gratuita di quei Prodotti che dovessero risultare non conformi alle descrizioni del Venditore e a qualsiasi altra specifica fornita per scritto dal Venditore riguardo i Prodotti e non contemplano la sostituzione tout court di tutti i Prodotti consegnati.
10.5 Nel caso in cui il Compratore abbia notificato i vizi nei termini previsti ma, a seguito di verifica non emerga alcun fondamento nelle contestazioni avanzate, il Venditore avrà diritto ad un risarcimento per le spese cui ha dovuto far fronte a causa della notificazione dei vizi.

11. Diritto di recesso

In conformità con quanto previsto dal Decreto Legislativo 6 settembre 2005 n. 206 (e successive modifiche ed integrazioni), il Cliente Consumatore, ove non soddisfatto dei prodotti ovvero del contenuto dei servizi acquistati presso il Venditore, potrà restituire i prodotti medesimi o rinunciare al diritto alla prestazione dei servizi ed ottenere il rimborso del prezzo già corrisposto in sede di pagamento anticipato.

Modalità di esercizio: A tal fine il Cliente deve rivolgersi al Venditore entro i 14 giorni successivi alla consegna dei prodotti ovvero entro i 14 giorni successivi all’acquisto dei servizi, inviando una comunicazione via raccomandata A.R. (all’indirizzo c.da puglisi 84060 Prignano Cilento(Sa)), contenente tutte le informazioni necessarie ed utili ad una corretta elaborazione della pratica di restituzione e rimborso. Tale comunicazione dovrà necessariamente contenere tutto quanto di seguito indicato:

a. l’espressa volontà del Cliente di voler recedere in tutto o in parte dal contratto di acquisto;

b. il numero e la copia del documento (fattura – documento di trasporto) comprovante l’acquisto dell’ordine rispetto al quale si intende esercitare il diritto di recesso;

c. la descrizione ed i codici dei Prodotti rispetto ai quali si esercita il diritto di recesso.

Il riaccredito, comprensivo delle spese di spedizione, verrà effettuato dal Venditore entro 14 giorni dalla ricezione della comunicazione via raccomandata A.R. sopra citata.
In seguito al ricevimento della comunicazione con la quale il Cliente comunichi la propria volontà di esercitare il diritto di recesso, il Venditore, verificata la corrispondenza ai requisiti sopra indicati, concorderà, anche via e-mail, con il Cliente le modalità con le quali effettuare la restituzione dei prodotti.

Non potrà essere esercitato diritto di recesso quando il bene è nello stato NON DISPONIBILE e quindi da ordinare su apposita richiesta del cliente.

12. Forza maggiore

12.1 Il Venditore non è considerato responsabile per il ritardo nelle consegne o per il proprio inadempimento causato direttamente od indirettamente da:
- eventi di forza maggiore (agli effetti di tale clausola e senza che l’elencazione possa considerarsi esaustiva un evento di forza maggiore include divieti legali, guerre, rivolte, rivoluzioni, scioperi o altre controversie di carattere lavorativo, incendi, inondazioni, sabotaggi, incidenti nucleari, terremoti, tempeste, epidemie);
- circostanze, indipendenti dal controllo del Venditore, tali da impedire il reperimento di forza lavoro, materiali, componenti, impianti in genere, energia, combustibile, mezzi di trasporto, autorizzazioni o disposizioni governative.
12.2 Il Venditore notificherà per iscritto, senza ritardo, la cessazione della causa di forza maggiore.

13. Proprietà intellettuale

12.1 Il Compratore non dovrà utilizzare il nome, marchio e altre diritti collegati alla proprietà intellettuale in pubblicità senza il previo consenso scritto del Venditore.

14. Riservatezza e informazioni confidenziali

Il Compratore e il Venditore riconoscono che ciascuna delle parti potrà rivelare all’altra informazioni riservate relative alla propria attività. Ciascuna Parte si impegna a mantenere riservate dette informazioni e a non rivelare il contenuto delle stesse a nessun terzo, ad utilizzare tali informazioni soltanto per gli scopi del contratto di vendita e a restituire, a seguito di richiesta dell’altra parte, i documenti ricevuti che contengano informazioni confidenziali.

15. Tutela della privacy

Ai sensi del D. Lgs. 196/2003, il Venditore informa che: a) i dati del Compratore sono trattati e/o comunicati a terzi (es. banche, consulenti esterni, etc.) nel rispetto della normativa sopra richiamata, per l’esecuzione dei contratti;
b) il Venditore è il Titolare del Trattamento dei Dati;
c) il Compratore ha la facoltà di esercitare i diritti di cui all’art. 7 del decreto legislativo stesso.

16. Legge applicabile/Foro competente

16.1 Le presenti Condizioni Generali, ed i Contratti di vendita ad esse correlati, sono disciplinati dalla legge italiana, e per ogni controversia relativa all’applicazione ed alla interpretazione del presente documento sarà competente il foro del convenuto.
16.2 La lingua regolatrice e prevalente, in caso di eventuali controversie in merito all’interpretazione di questo testo è l’italiano nonostante la traduzione in qualsiasi altra lingua.
16.3 E’ espressamente esclusa l’applicazione della Convenzione delle Nazioni Unite sulla Vendita internazionale di beni (Vienna – 1980 – CISG).