Modulo inviato correttamente, verrete contattati quanto prima.
Informativa ai sensi dell’Art. 13 d.lgs n. 196 del 30 Giugno 2003 sulla tutela dei dati personali (Privacy)
Premendo su Invia autorizzo il trattamento e la comunicazione dei miei dati nei limiti e nel rispetto della legge sulla privacy.

Cambio gomme 2018: i consigli di Picone Pneumatici

Pubblicato : 13/04/2018 14:12:48
Categorie : News

Si avvicina il 15 Aprile corsa agli pneumatici estivi!

Cambio gomme estive, hai già provveduto?

Domenica 15 aprile 2018 scatta l'obbligo del cambio gomme. Un mese, questa la proroga massima per la sostituzione delle gomme invernali fissata dal Ministero dei trasporti. Se non hai montato gli pneumatici fourseason devi acquistare e montare le gomme estive entro il 15 maggio, ultima data utile. Ma è così importante sostituire le gomme in base alla stagionalità? Si, per due ragioni: una tecnica e una legale. Alcuni aspetti specifici rendono le gomme invernali ed estive più performanti e più sicure in quella stagione. Inoltre, dal 15 maggio in poi, chi violerà l’obbligo incorrerà in sanzioni pecuniarie. Ma scopriamone di più.

Gomme invernali e gomme estive, le differenze

Le gomme invernali, dette anche termiche, sono costituite da una mescola resistente alle sollecitazioni delle basse temperature. La deformazione e l’irrigidimento della superficie esterna non costituiscono un problema per questo tipo di gomme efficaci su neve e ghiaccio. Oltre al tipo di mescola, gli pneumatici da neve sono caratterizzati da un disegno del battistrada dalle linee decise, che presenta un sistema di fissaggio molto più accentuato e contraddistinto da particolari lamelle che favoriscono miglior grip anche su asfalto con poco attrito (innevato, ghiacciato o bagnato). Basta osservare il disegno del battistrada per cogliere ad occhio nudo le differenze con una gomme estiva.

Al contrario delle invernali, le gomme estive si caratterizzano per una mescola temprata per resistere alle alte temperature. Questo significa che le ruote della bella stagione sono resistenti all’asfalto incandescente. Il disegno del battistrada degli pneumatici è meno fitto di lamelle e utilizza un tassello basso.

Nonostante queste chiare differenze fisiche, che determinano performance molto diverse, dal rapporto "Vacanze sicure 2017"(link esterno) del Servizio Polizia Stradale insieme ad Assogomma e Federpneus emerge un quadro preoccupante, secondo cui un automobilista su tre viaggia con pneumatici invernali anche in estate.

Deroghe e sanzioni previste cambio gomme

Nei mesi più caldi la struttura e la mescola degli pneumatici da neve costituiscono un problema serio di sicurezza. La temperatura che raggiunge l’asfalto in estate allunga lo spazio di frenata delle gomme da neve e il loro battistrada rischia di danneggiarsi, rappresentando quindi un pericolo. Un rischio sottovalutato dalla maggior parte degli italiani.

Il divieto vero e proprio scatta se gli pneumatici invernali (M+S, cioè Mud & Snow) hanno codici di velocità inferiori a quelli indicati sulla carta di circolazione o inferiori a Q (160 km7h). Come sappiamo il codice di velocità è un valore presente sull’etichetta dello pneumatico e sul fianco dello stesso (link articolo etichetta) insieme ai dati sulla larghezza, il diametro della ruota e l’indice di carico. Nel caso in cui il codice di velocità  delle gomme montate sia uguale o superiore a quello indicato non sarà applicata alcuna sanzione, anche se il cambio resta vivamente consigliato.

Dopo il 15 maggio tutti coloro che non avranno provveduto alla sostituzione degli pneumatici invernali potranno andare incontro a sanzioni amministrative quantificabili dai 422 ai 1.695 euro. Provvedimento più grave è quello del ritiro della carta di circolazione e dell’obbligo di visita e prova presso la sede più vicina della Motorizzazione Civile.

cambio gomme 2018

Condividi

Follow us on Facebook