Modulo inviato correttamente, verrete contattati quanto prima.
Informativa ai sensi dell’Art. 13 d.lgs n. 196 del 30 Giugno 2003 sulla tutela dei dati personali (Privacy)
Premendo su Invia autorizzo il trattamento e la comunicazione dei miei dati nei limiti e nel rispetto della legge sulla privacy.

Smaltire i pneumatici

Pubblicato : 12/11/2018 13:09:51
Categorie : News

Come smaltire gli pneumatici usati?

La gomma arrivata alla fine della sua vita va buttata, leggiamo dove e come

In genere, anche la ruota più resistente e di qualità, col tempo tende ad indurirsi, ovvero a “vulcanizzarsi”. Dopo i sei anni di vita è possibile considerare le proprie gomme ormai “anziane”. Ad usurarsi, rendendo poco sicura la guida, è il battistrada, ovvero la parte esterna della ruota. Siamo quindi costretti a cambiare le nostre ruote ma non sappiamo come disfarci di quelle vecchie. Vediamo prima di tutto quando è necessario cambiare le gomme della propria auto e poi come smaltirle in sicurezza.

Come capire se la ruota è ormai da buttare

Uno dei test più noti per verificare la profondità del battistrada degli pneumatici è quello della monetina. L’usura degli pneumatici diventa pericolosa quando la profondità del battistrada è inferiore a 1.6 mm: infilando una moneta da 2 euro in ogni scanalatura potrai verificarne immediatamente lo spessore. Se rimane visibile il bordo argento della corona della moneta vuol dire che il battistrada si è assottigliato molto e va sostituito. Diversamente, se continuerai ad usarle, oltre a mettere a repentaglio la tua sicurezza e quella degli altri, potrai incorrere in sanzioni fino a 135,00 euro e, soprattutto, al fermo del veicolo.

Come monitorare l’usura gomme

È buona norma, in ogni caso, controllare periodicamente che non vi siano danni visibili alle gomme. Ci sono alcune piccole attenzioni che ci aiutano ad effettuare una buona manutenzione delle gomme. I pneumatici possono avere usura generata da urti con marciapiedi, fondi stradali sconnessi o buche profonde. Se poi lasciando il volante noterai che “tira” da un lato, ricorda che un allineamento sbagliato della meccanica delle ruote accelera l’usura del battistrada. Infine, controlla la pressione: gli pneumatici sgonfi sono la principale causa di usura del battistrada. La prova va fatta al mattino a pneumatici freddi e prima di ogni utilizzo.

Gomme consumate smaltimento e riutilizzo

Dopo aver effettuato tutti i necessari controlli potrai trovarti davanti a 3 risultati:

  1. Le gomme sono ancora in buone condizioni
  2. Le gomme sono usate ma non da buttare
  3. Le ruote sono inservibili

Nel primo caso è ovvio che lascerai i pneumatici montati. Nel secondo, invece, potrai rivolgerti al gommista per trovare una soluzione. Se sono solo usati, si possono riportare a nuova vita attraverso la ricopertura dal gommista. Le gomme così rigenerate (è possibile farlo una volta sola) saranno sicure ed ecologiche, ma non avranno certamente un disegno del battiscopa identico all’originale.

Se però le tue gomme sono proprio arrivate a fine vita, allora vanno smaltite. Abbandonare le gomme è, inutile dirlo, reato. Il problema dell’abbandono di questo tipo di rifiuto è diventato allarmante (http://www.napolitan.it/2016/11/28/56667/pneumatici-fuori-uso/) , non solo per le dimensioni del fenomeno, ma anche per i danni alla terra e alle falde acquifere.

Semplicemente, al cambio gomme bisognerà rivolgersi al gommista. Vediamo come.

Smaltire i pneumatici ecologicamente

Il gommista a cui ti riferirai per l’acquisto delle nuove gomme è anche colui il quale dovrà provvedere allo smaltimento delle vecchie. Ad egli dovrà essere riconosciuta la manodopera, ma non il corrispettivo dello smaltimento, in quanto compreso nel prezzo iniziale dell’acquisto degli pneumatici. Il gommista infatti, include nel costo questa operazione e versa la parte del prezzo prevista per lo smaltimento alla casa produttrice. L’azienda, a sua volta, dona questi contributi ad appositi consorzi di smaltimento, dove si recheranno poi i gommisti. Il contributo per lo smaltimento è di circa 3,00 € a ruota (inteso come sovraprezzo sull’acquisto delle gomme nuove) e deve essere riportato in fattura.

Insomma smaltire i pneumatici usurati è tutt’altro che difficile tutto quello che dobbiamo fare è andare dal gommista oppure presso un centro autorizzato per il ritiro delle gomme. Nessun costo e nessuna difficoltà di trasporto, quindi, tutto quello che il professionista deve fare è stato in realtà già pagato da te!

Condividi